Home Tags Esecuzione

Tag: esecuzione

Rescissione del giudicato: la procedura

Download PDF

L’art. 629-bis c.p.p. stabilisce espressamente che il condannato con sentenza passata in giudicato può chiedere la rescissione del giudicato qualora provi che l’assenza è stata dovuta ad una “incolpevole” mancata conoscenza della celebrazione del processo.
La richiesta di rescissione deve essere presentata entro trenta giorni dalla conoscenza del processo presso il Giudice che ha emesso la sentenza passata in giudicato e deve essere trattata dalla Corte di Appello competente in camera di consiglio ai sensi dell’art. 127 c.p.p., pena la violazione del diritto di difesa.
(Cass. Sez. 4^ Penale, sentenza 19 dicembre 2019 – 10 febbraio 2020, n. 5356)

Spazzacorrotti e fase esecutiva: regime intertemporale

Download PDF

Interessante pronuncia della Corte Suprema di Cassazione sulla inapplicabilità della legge 31 gennaio 2019 n. 3 (c.d. Spazzacorrotti) ai procedimenti esecutivi nei quali, all’entrata in vigore della nuova normativa, era già stato emesso l’ordine di esecuzione con sospensione della pena.

Sospensione esecuzione pena nei confronti dei minorenni

Download PDF

La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 656, co. 9, lett. A) c.p.p. per violazione dell’art. 31, co. 2, Cost., nel suo collegamento con l’art. 27, co. 3, Cost., nella parte in cui non consente la sospensione dell’esecuzione della pena detentiva nei confronti dei minorenni condannati per i delitti ivi elencati.
(Corte Costituzionale, sentenza 22 febbraio – 28 aprile 2017, n. 90)

Mandato di arresto europeo: padre di prole in tenera età

Download PDF

In tema di mandato di arresto europeo, la limitazione della previsione di cui alla L. 22 aprile 2005, n. 69, art. 18, comma 1, lett. s), alla sola “madre” trova giustificazione, non irrazionale, nell’assoluta peculiarità delle esigenze scaturenti dal rapporto tra la donna e la prole in tenera età e pertanto, non può essere estesa alla figura del padre.
(Cass. Sezione VI Penale, sentenza 24-25 febbraio 2015, n. 8555)

Esecuzione, competenza funzionale

Download PDF

In tema di esecuzione, la regola secondo cui, allorquando i provvedimenti da eseguire siano stati emessi da giudici diversi, è competente il giudice che ha emesso il provvedimento divenuto esecutivo per ultimo, opera anche nel caso in cui il giudice sia il Tribunale per i Minorenni, in quanto la competenza funzionale del Tribunale per i Minorenni è circoscritta alla fase di cognizione o a quella di esecuzione che attenga a sole sentenze minorili.
(Cass. Penale Sez. I^, sentenza 18 giugno – 23 luglio 2014, n. 32858)

DA LEGGERE