Home Tags Sequestro

Tag: sequestro

Corpo di reato: per il sequestro serve specifica motivazione

Download PDF

Le Sezioni Unite della Corte di cassazione hanno affermato che il decreto di sequestro probatorio, così come l’eventuale decreto di convalida, anche qualora abbia ad oggetto cose costituenti corpo di reato, deve contenere una specifica motivazione in ordine alla finalità perseguita per l’accertamento dei fatti.
(Cass. Sezioni Unite Penali, sentenza 19 aprile – 27 luglio 2018, n. 36072)

Controversia sulla proprietà di cose in sequestro, disciplina

Download PDF

La Prima Sezione penale della Corte di cassazione ha ritenuto inammissibile il ricorso avverso il provvedimento con cui il giudice dell’esecuzione rimette le parti innanzi al giudice civile per la risoluzione della controversia in materia di proprietà delle cose in sequestro, data la natura non decisoria bensì meramente ordinatoria della statuizione.
(Cass. Penale Sez. Prima, sentenza 25 giugno – 9 luglio 2018, n. 31088)

Decreto di convalida del PM: attestazione di deposito

Download PDF

E’ nullo il decreto di convalida del sequestro probatorio privo del deposito da parte del cancelliere o del segretario, poiché il Pubblico Ministero, quando è chiamato a convalidare atti di coercizione personale o reale con provvedimenti che devono essere adottati – a pena di inefficacia – in un termine perentorio e comunicati dalla segreteria e per i q1uali è implicita la necessità dell’attestazione dell’ausiliario che renda certo che la decisione è stata resa nel termnie previsto dalla legge, si applica la disposizione contenuta nell’articolo 128 c.p.p.
(Tribunale di Roma, Sezione Riesame, ordinanza 19-22/ maggio 2017 in proc. 268/2017 RG Seq.)

Sequestro probatorio: omessa motivazione, conseguenze

Download PDF

Il sequestro probatorio mira ad assicurare al procedimento quelle res necessarie per l’accertamento dei fatti. Ciò posto, anche nel caso in cui il sequestro probatorio abbia ad oggetto res qualificabili come corpo del reato e/o pertinenti al reato, il pubblico ministero è tenuto a specificare le finalità probatorie che intende garantire attraverso il mantenimento del sequestro medesimo.

Giornalista: diritto al segreto delle fonti

Download PDF

Non può ritenersi legittimo il provvedimento che dispone l’attività di ricerca e l’eventuale sequestro di documenti per individuare la fonte del giornalista senza che sia contestualmente esplicitata la situazione particolare che, a determinate condizioni, consente di superare il diritto del giornalista alla segretezza della sua fonte.
(Cass. Sezione VI Penale, 24 febbraio -10 giugno 2015, n. 24617)

DA LEGGERE