Messa alla prova e qualificazione giuridica del fatto

Download PDF

In caso di richiesta di sospensione del procedimento con messa alla prova dell’imputato, il giudice è tenuto a verificare la correttezza della qualificazione giuridica attribuita al fatto dall’accusa e può – ove la ritenga non corretta – modificarla, traendone i conseguenti effetti sul piano della ricorrenza o meno dei presupposti dell’istituto in questione.
(Cass. Penale Sez. IV, sentenza 20 ottobre 2015 – 3 febbraio 2016, n. 4527)

Testo integrale sentenza