Home Tags Testimonianza

Tag: testimonianza

Testimonianza del difensore: limiti

Download PDF

Il difensore dell’imputato, anche quanto abbia dismesso il mandato difensivo, è incompatibile ad assumere l’ufficio di testimone allorquando debba riferire in ordine alle attività di indagine difensiva dallo stesso svolta.
(Cass. Sezione V Penale, 28 novembre 2013 – 24 febbraio 2014, n. 8756)

Rinnovazione testimonianza: atti utilizzabili per le contestazioni

Download PDF
Nel caso di omessa rinnovazione, in primo grado, delle prove assunte da un collegio giudicante diverso da quello che ha poi pronunciato la sentenza, è legittimo che a detta rinnovazione provveda il giudice d’appello come pure che, trattandosi di prove testimoniali, il pubblico ministero, nel corso del rinnovato esame dei testimoni, si serva, per contestazioni, delle dichiarazioni da essi rese in occasione della precedente assunzione.
(Cass. Penale Sez. V, sentenza 29 aprile – 23 settembre 2014, n. 38734)

Esame del minore giudicato separatamente

Download PDF
L’imputato minorenne, che abbia definito la propria posizione con l’esito positivo della messa alla prova, assume l’ufficio di testimone assistito nel processo a carico dei coimputati maggiorenni.
Pertanto, il suo esame deve essere preceduto dall’avviso di potersi avvalere della facoltà di non rispondere se innanzi al Tribunale per i Minorenni aveva negato la propria responsabilità o non aveva reso dichiarazioni.
(Cass. Sezione IV Penale, 29 gennaio – 19 febbraio 2013, n. 7964)

Individuazione di persona e attendibilità della testimonianza

Download PDF
L’esito del riconoscimento di persona effettuato nel corso delle indagini preliminari senza le garanzie del contraddittorio, in virtù del principio di atipicità della prova, è ammesso ed ha accesso al dibattimento a mezzo della testimonianza di chi ha effettuato l’individuazione, ma la sua utilizzazione ai fini del giudizio è subordinata al rigoroso vaglio sulla spontaneità del riconoscimento e sull’assenza di qualsivoglia elemento di condizionamento.
Sulla scorta di tale principio, il Tribunale di Varese ha ritenuto irreparabilmente pregiudicata e dunque invalida, la ricognizione di persona effettuata in sede di incidente probatorio senza rispettare le modalità esecutive dettate dalla norma per l’assunzione di tale mezzo di prova, tra cui il divieto di incontro del teste con l’indagato e l’averne taciuto, il teste, la pregressa conoscenza.

DA LEGGERE