Home Tags Stupefacenti

Tag: stupefacenti

Stupefacenti: coltivazione e attenuante della live entità

Download PDF
Anche con riguardo all’ipotesi delle coltivazione non autorizzata di piante dalle quali sia ricavabile sostanza stupefacente è configurabile la corcostanza attenuante di cui all’articolo 73, comma 5, del D.P.R. 309/1990, la quale deve essere determinata ina base agli stessi criteri valevoli per le ipotesi di produzione o traffico illecito di stupefacente.
(Cass. penale, sez. VI, sentenza 2 dicembre – 17 gennaio 2011, n. 817)

Stupefacenti, uso di gruppo: irrilevanza penale

Download PDF
La Suprema Corte, in contrasto con quanto affermato in una precedente occasione con la sentenza n. 23574 del 2009, ha precisato che il consumo di gruppo di sostanze stupefacenti conseguente al mandato all’acquisto collettivo conferito ad uno degli assuntori e nella certezza originaria dell’identità degli altri non è punibile ai sensi dell’art. 73, comma 1 bis, lett. a), d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309, anche dopo le modifiche apportate a tale disposizione dalla l. 21 febbraio 2006, n. 49.
(Cass. penale, sez. VI, Sentenza 26 gennaio – 2 marzo 2011, n. 8366)

Cessione di stupefacenti a minorenne e fatto di lieve entità

Download PDF
L’attenuante del fatto di lieve entità non è incompatibile in astratto con l’aggravante della cessione di sostanze stupefacenti a soggetto minore.
Invero, non può sussistere una incompatibilità logica in astratto tra aggravanti e attenuante specifica, ma solo una non concedibilità in concreto, valutati i mezzi, le modalità o le circostanze dell’azione ovvero la qualità e quantità delle sostanze. In altri termini, la questione non può essere risolta in astratto, stabilendo incompatibilità in via di principio, ma deve trovare soluzione caso per caso, con valutazione che di volta in volta tenga conto di tutte le specifiche e concrete circostanze nelle quali la cessione di stupefacente a persona minorenne si realizza.
(Cass. penale, Sezioni Unite, 24 giugno – 5 ottobre 2010, n. 35737)

Stupefacenti, coltivazione e offensività della condotta

Download PDF
La condotta di coltivazione non autorizzata di piante dalle quali siano estraibili sostanze stupefacenti è penalmente rilevante anche quando essa sia realizzata per la destinazione del prodotto a uso personale, spettando piuttosto, in ogni caso, al giudice, avuto riguardo alla singola fattispecie, verificare in concreto l’offensività della condotta ovvero l’inidoneità della sostanza ricavata a produrre un effetto drogante rilevabile (sezioni Unite, 24 aprile 2008, Di Salvia).

Stupefacenti, criteri di individuazione della “ingente” quantità

Download PDF
Ai fini del riconoscimento della circostanza aggravante di cui all’art. 80, comma secondo, d.P.R. n. 309/1990, non possono di regola definirsi “ingenti” i quantitativi di droghe “pesanti” (ad es., eroina e cocaina) o “leggere” (ad es., hashish e marijuana) che, sulla base di una percentuale media di principio attivo per il tipo di sostanza, siano rispettivamente al di sotto dei limiti di due chilogrammi e cinquanta chilogrammi.
(Cass. Penale Sez. VI, Sentenza 2 marzo – 26 maggio 2010, n. 20119)

DA LEGGERE