Home Tags Notificazioni

Tag: notificazioni

Processo in assenza e notificazioni

Download PDF

L’art. 420bis, comma 2, c.p.p. indica i casi in cui, sul presupposto ovviamente della regolarità delle notifiche, in giudice in fase di costituzione delle parti, verificati gli avvisi, possa procedere al processo ritenendo che vi sia assenza “volontaria”.
Il fondamento del sistema è che la parte sia personalmente informata del contenuto dell’accusa e del giorno e luogo della udienza e, quindi, in necessaria applicazione dei principi sopra richiamati, il processo in assenza è ammesso solo quando sia raggiunta la certezza della conoscenza da parte dell’imputato.
Questa, del resto, è la ragione per la quale il sistema, introducendo la regola di certezza della conoscenza del processo, ha escluso il diritto “incondizionato” al nuovo giudizio di merito in favore del soggetto giudicato in assenza.

Notifica atti tributari e servizio “seguimi”

Download PDF

La Sezione Tributaria della Cassazione ha ritenuto invalida la notifica eseguita dall’Agenzia delle Entrate presso l’indirizzo indicato da Poste italiane individuato mediante il servizio “Seguimi”, qualificando detto servizio (di natura contrattuale e finalizzato a far pervenire la corrispondenza – diversa dagli atti giudiziari – all’indirizzo indicato dal richiedente) non equiparabile all’elezione di domicilio di cui all’art. 60, comma 1, lett. d), del d.P.R. n. 600 del 1973.
(Cass. Civile, Sez. V, Ordinanza 25 giugno – 3 dicembre 2019, n. 31479)

Notificazioni all’imputato a mani proprie, conseguenze

Download PDF

La Prima Sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato che il domicilio determinato ai sensi dell’art. 161, comma 2, cod. proc. pen., se la prima notificazione è avvenuta con consegna a mani proprie dell’imputato e questi non abbia eletto o dichiarato un diverso domicilio, va individuato nel luogo ove è avvenuta la prima notificazione, anche se effettuata in luogo diverso dal domicilio indicato sull’atto da notificare.
(Cass. Penale, Sez. Prima, sentenza 28 settembre – 8 novembre 2018, n. 50973)

Notificazioni a mezzo PEC: quando sono consentite

Download PDF

Ai fini dell’osservanza dell’art. 299, comma 4 bis, c.p.p. nella parte in cui prescrive che la richiesta, da parte dell’imputato, di revoca o sostituzione della misura cautelare, qualora questa sia stata applicata per taluno dei delitti di cui al precedente comma 2 bis dello stesso art. 299, sia notificata, a pena di inammissibilità, presso il difensore della persona offesa ovvero direttamente a quest’ultima, salvo il caso di mancata dichiarazione o elezione di domicilio, deve ritenersi consentito che detta notifica venga effettuata a mezzo PEC dal difensore dell’imputato a quello della persona offesa.

Notificazioni a mezzo fax: oneri del difensore

Download PDF

E’ obbligo del difensore di fiducia assicurare con la necessaria diligenza la ricevibilità delle notifiche presso il domicilio eletto o dichiarato dall’imputato, con conseguente onere in capo al difensore di fiducia, in adempimento del generale dovere di svolgere con diligenza il mandato difensivo, di comunicare tempestivamente all’Autorità Giudiziaria procedente l’intervenuto cambiamento del numero di fax per consentire la regolarità della notifica degli atti giudiziari, non potendosi certo considerare equipollente, al riguardo, la comunicazione dal suddetto difensore effettuata al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.
(Cass. Penale Sez. V, sentenza 13 marzo – 10 luglio 2015, n. 29828)

DA LEGGERE