Sorveglianza

Permesso premio per matrimonio: concedibilità

Download PDF

Non costituisce motivo grave che, se accertato, può legittimare la concessione di permesso al detenuto a norma dell’art. 30 della L. 26 luglio 1975, n. 354,  la necessità di trascorrere un breve periodo di tempo con il coniuge, al fine di consumare il matrimonio celebrato in carcere da parte di detenuto che non si trovi ancora nelle condizioni di poter beneficiare del permesso premio ai sensi del successivo art. 30-ter.
(Cass. Sezione I Penale, 29 settembre 2015 – 12 gennaio 2016, n. 882)

Remissione del debito: definizione di indigenza

Download PDF

Ai fini del riconoscimento della remissione del debito per spese di giustizia e di mantenimento in carcere, il requisito delle disagiate condizioni economiche richiesto sia dall’abrogata L. n. 354 del 1975, art. 56, che dal vigente D.P.R. n. 115 del 2002, art. 6, è integrato non solo quando il soggetto si trovi in stato di indigenza, ma anche quando l’adempimento del debito comporti un serio e considerevole squilibrio del suo bilancio domestico, tale da precludere il soddisfacimento di elementari esigenze vitali e compromettere quindi il recupero ed il reinserimento sociale
(Cass. Sezione I Penale, 17 giugno – 8 settembre 2014, n. 37275)

Accesso a Internet da parte dei detenuti

Download PDF

Con la lettera circolare n. 366755 del 2 novembre 2015, il D.A.P. fornisce le indicazioni in merito all’utilizzo di Internet da parte dei detenuti
Si evidenzia, per quel concerne i rapporti con i familiari, l’invito rivolto ai Direttori degli Istituti di Pena ad implementare l’utilizzo del sistema di comunicazione via Skype o, ove ritenuto di maggior garanzia per le esigenze di sicurezza, la piattaforma Microsoft Lync.

Ricovero in luogo esterno di cura: inammissibilità reclamo ex art. 35bis

Download PDF

Le ordinanze di rigetto delle istanze di ricovero in ospedale, avanzate ex art. 11 della legge. n. 354 del 1975, non sono soggette al reclamo giurisdizionale di cui all’art. 35-bis della legge. n. 354 del 1975, (aggiunto dall’art. 3, comma primo, lett. b, del D.L. n. 146 del 2013, conv. dalla legge. n. 10 del 2014), in quanto si tratta di provvedimenti a carattere amministrativo, inerenti alle modalità della detenzione, ma che non incidono sulla libertà personale del soggetto.
(Cass. pen. sez. I, sentenza 7 aprile – 23 luglio 2015, n. 32470)

Istanza ex art 35 ter O.P.: requisiti

Download PDF

E’ inammissibile l’istanza ex art. 35 ter O.P. che non indichi i periodi di detenzione lesivi della dignità umana, le carceri ove si è patita tale illegittima detenzione nonché le specifiche condizioni detentive in relazione ai quali si deduce un trattamento penitenziario subito in violazione dell’art. 3 CEDU.
(Cass. Sezione I Penale, 13 maggio – 27 maggio 2015, n. 22164)

SOCIAL

397FollowersFollow
1,885FollowersFollow
609SubscribersSubscribe

ULTIMI INSERIMENTI

DA LEGGERE

TWITTER

La mente è come l'ombrello, infatti.
Per funzionare bene, deve essere completamente aperta.
Figuriamoci se funziona quando è chiusa col lucchetto. https://t.co/4RKf432y31

15 febbraio, Centro Congressi Cavour - "Quando c'era l'Urss" di Gian Piero Piretto - https://t.co/JvsqIu4ILg di @creativejuiz

Sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e trust https://t.co/lMCJVX2bGl di @Osservatorio Penale