Home Sorveglianza Pagina 20

Sorveglianza

Affidamento in prova e custodia cautelare

Download PDF
La misura alternativa dell’affidamento in prova al servizio sociale, in caso di sopravvenienza di custodia cautelare in carcere a carico del soggetto che ne stia usufruendo, non subisce automatica revoca, ma solo una sospensione, dovendosi poi valutare se gli elementi comportamentali offerti dall’ordinanza cautelare siano o no sintomatici del fallimento dell’esperimento rieducativo.
(Cass. Sez. feriale, sentenza 10 – 26 agosto 2010, n. 32363)

Affidamento in prova, requisiti

Download PDF
Non rientra tra i requisiti per la concessione della misura dell’affidamento in prova al servizio sociale la prospettiva di un lavoro stabile per il condannato, che può usufruire del beneficio pur quando non riesca a reperire un lavoro ma si impegni in attività utili.
(Cass. penale Sez. I,  sentenza 18 giungo – 1 luglio 2009, n. 26789)

Semilibertà, presupposti per la concessione

Download PDF
La semilibertà, poichè consente al detenuto di trascorre parte della giornata all’esterno, può essere concessa solo dopo la concessione, con successivo esito favorevole, di altre misure alternative meno impegnative da svolgersi sul territorio.
(Cass. penale, Sez I, 29 settembre – 30 ottobre 2009, n. 41914)

Richiesta di misure alternative alla detenzione, disciplina

Download PDF
Le Sezioni unite, risolvendo un contrasto di giurisprudenza, hanno affermato il seguente principio di diritto: la richiesta di misura alternativa, proposta ai sensi dell’art. 656, comma 6, c.p.p. deve essere corredata, a pena di inammissibilità, dalla dichiarazione o dalla elezione di domicilio del condannato prevista dall’art. 677, comma 2 bis, c.p.p.; tale obbligo non può essere assolto con modalità diverse da quelle previste; l’obbligo in questione sussiste, pur quando l’istanza sia presentata dal difensore, a meno che il condannato risulti in atti irreperibile o latitante. Conseguentemente, la Corte ha ritenuto inammissibile la richiesta di misura alternativa presentata dal difensore, nella quale era indicato il domicilio del proprio assistito, nella specie né latitante né irreperibile.
(Cass. Sezioni Unite Penali, sentenza 17 dicembre 2009 – 19 maggio 2010, n. 18775)

Art. 58 quater e condanna per evasione

Download PDF
La condanna per il delitto di evasione non è automaticamente preclusiva della possibilità di concessione di benefici penitenziari, nella specie della detenzione domiciliare, dovendo il giudice impegnarsi nell’esame approfondito della personalità del condannato e nella sua effettiva, perdurante, pericolosità sociale, oltre che sulla verifica della sussistenza di tutte le condizioni richieste per la concessione del beneficio.
(Cass. Penale Sez. I, sentenza 6 – 28 maggio 2009, n. 22368)

SOCIAL

397FollowersFollow
2,082FollowersFollow
679SubscribersSubscribe

DA LEGGERE

TWITTER

Concorso Commissari di Polizia: il bando per 120 posti https://www.altalex.com/documents/news/2019/12/05/concorso-commissari-polizia-bando?utm_medium=email&utm_source=WKIT_NSL_Altalex-00011364&utm_campaign=WKIT_NSL_AltalexFree08.12.2019_LFM&utm_source_system=Eloqua&utm_econtactid=CWOLT000004756340&elqTrackId=b49d5af0ae4a4bb781effa9438d1a6b7&elq=e897447e1f2e407fa7dd2fd9f634e431&elqaid=40584&elqat=1&elqCampaignId=22162

Alla lettura del dispositivo l’imputato applaude sarcasticamente accompagnando il gesto con la frase “adesso è contento PM?”. E' oltraggio a magistrato in udienza - https://www.osservatoriopenale.it/oltraggio-a-magistrato-in-udienza/