Reato in Generale

Mancata ottemperanza all’alt della polizia: illecito amministrativo

Download PDF

L’omessa ottemperanza da parte del conducente di un veicolo all’invito a fermarsi di funzionari, ufficiali e agenti cui spetta la prevenzione e l’accertamento dei reati in materia di circolazione stradale integra gli estremi dell’illecito amministrativo previsto dall’art. 192 C.d.S., comma 1, e non già quelli della fattispecie criminosa di cui all’art. 650 c.p.
(Cass. Penale Sez. VI, sentenza 9 settembre – 11 ottobre 2016, n. 42951)

Applicabilità della recidiva: onere motivazionale

Download PDF

Ai fini dell’applicazione della recidiva il riferimento generico alle condanne subite dall’imputato, senza precisare, di fronte a specifiche contestazioni da parte della difesa, di quali si debba tenere conto e di quali non costituisce motivazione idonea a giustificare il riconoscimento della stessa. Invero, nel caso di condanne risalenti nel tempo, di scarso allarme o di pene eseguite con affidamento in prova al servizio sociale incombe a carico del giudice di merito uno specifico dovere di motivazione sia quando ritiene, sia quando esclude la rilevanza della recidiva.
(Cass. Penale Sez. III, 21 giugno – 29 agosto 2016, n. 35623)

Particolare tenuità e grado di legittimità

Download PDF

La Corte di Cassazione può direttamente applicare la causa di non punibilità della particolare tenuità del fatto ed annullare senza rinvio la sentenza impugnata, ogniqualvolta emerga, dal contenuto di quest’ultima, la sussistenza dei presupposti per l’applicazione dell’istituto previsto dall’art. 131 bis del codice penale.
(Cass. Penale Sez. VI, sentenza 15 settembre – 6 novembre 2015, n. 44683)

Subordinazione della sospensione condizionale: limiti

Download PDF

La sospensione condizionale della pena, in mancanza di costituzione di parte civile, non può essere subordinata all’adempimento dell’obbligo delle restituzioni di beni conseguiti per effetto del reato, poiché tale obbligo, al pari del risarcimento del danno, attiene solo al danno civile e non anche al danno criminale.
(Cass. Sezione II Penale, 5 – 26 marzo 2015, n. 12895)

Messa alla prova: limiti di pena

Download PDF
Nella individuazione dei reati attratti alla disciplina della probation di cui agli artt. 168 bis e seguenti c.p. in ragione del mero riferimento edittale, deve guardarsi unicamente alla pena massima prevista per ciascuna ipotesi di reato, prescindendo dal rilievo che nel caso concreto potrebbe assumere la presenza della contestazione di qualsivoglia aggravante, comprese quelle ad effetto speciale.
(Cass. Penale Sez. VI, sentenza 9 dicembre 2014 – 13 febbraio 2015, n. 6483)

SOCIAL

397FollowersFollow
1,993FollowersFollow
654SubscribersSubscribe

DA LEGGERE

TWITTER

E’ stato pubblicato il bando per la selezione di 60 tirocinanti presso le Sezioni civili e penali della Suprema Corte di Cassazione - https://t.co/Im41mwoevY

A furia di vaffa, dito medio, calunnie e turpiloquio, l' Italia è diventata ultrà: un paese in curva-sud dove la sconfitta è sempre immeritata e c' è sempre qualcuno con cui prendersela - https://t.co/3tV6gCXYeX