Delitti e Contravvenzioni

Truffa, l’esposizione sul parabrezza del contrassegno assicurativo falsificato non integra il reato

Download PDF
L’esposizione sul parabrezza dell’autovettura del contrassegno assicurativo falsificato non integra il rato di truffa, perché, pur potendosi ammetter, nello schema della truffa, la configurabilità di un atto dispositivo di carattere omissivo, nella condotta sopra descritta manca in effetti un qualsiasi atto di disposizione patrimoniale, non essendo esso ravvisabile nel fatto che gli organi di controllo, indotti in errore, non contestino l’evasione tributaria, né tantomeno nel fatto che l’erario si limiti a subire l’inadempienza dell’agente al momento del mancato versamento di quanto dovuto o del versamento della somma inferiore a quella dovuta.

Internet, diffamazione e responsabilità webmaster

Download PDF
In tema di diffamazione commessa attraverso Internet non sono applicabili le discipline dettate per la stampa e la radio-television, stante il divieto di estensione per via analofiga vigente in materia penale. Difatti l’obiettiva diversità di fattispecie tipizzate, riguardo il modo peculiare di accesso alla rete e di diffusione delle informazioni ivi contenute, configurano forme irriducibili sia al concetto di riproduzione con mezzi meccanici o fisiochimici di cui all’art. 1 della legge sulla stampan. 47 del 1948, sia a quella di trasmissioni di cui all’art. 30 L. 223 del 1990, che invece ben rientrano nella nozione di “altro mezzo di pubblicità” di cui all’art. 595 c.p.

Art. 677 c.p. e immobile in sequestro

Download PDF
Non può rispondere del reato di cui all’art. 677 c.p. (omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina) il proprietario di un immobile sottoposto a sequestro preventivo, quando la sua richiesta di riacquistarne la disponibilità onde poter provvedere ai necessari lavori sia rimasta senza esito.

Concussione, elemento oggettivo del reato

Download PDF
Nel caso di edilizia convenzionata, la condotta del costruttore che condiziona la conclusione o l’esecuzione del contratto alla dazione, da parte dell’acquirente inserito nelle apposite graduatorie, di somma maggiore di quella determinabile ai sensi della convenzione e non corrispondente a migliorie e varianti con lui concordate, integra il delitto di concussione.

Interferenze illecite nella vita privata

Download PDF
Il reato di cui all’art. 615 bis c.p. (interferenze illecite nella vita privata) non è configurabile per il solo fatto che si adoperino strumenti di osservazione e ripresa a distanza, nel caso in cui tali strumenti siano finalizzati eslusivamente alla captazione di quanto avvenga in spazi che, pur di pertinenza di una privata abitazione, siano, però, di fatto, non protetti dalla vista degli estranei. (Nella specie si trattava di impianto di videosorveglianza installato sul balcone della propria abitazione e idoneo a riprendere aree comuni, non recintate, non intercluse allo sguardo degli estranei e di comproprietà dell’imputato).
(Cass. Pen. Sez. V, 21 ottobre – 26 novembre 2008, n. 44156, ric. Gottardi)

DA LEGGERE

TWITTER

Le Conseguenze economiche della pace - di John Maynard Keynes https://www.doppiozero.com/materiali/le-conseguenze-economiche-della-pace-di-john-maynard-keynes

VIP, TOGHE E POLITICI: CHI ERANO I CORTIGIANI DEL RAS DI UNICOST - ORA LO SCANSANO, MA… http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/vip-toghe-politici-chi-erano-cortigiani-ras-unicost-ora-239042.htm