Home Penale d'impresa

Penale d'impresa

Sezione cura di:

Avv. Marcello Bertucci

Debiti tributari e concordato preventivo: operatività della scriminante ex art. 51 c.p.

Download PDF

La mera presentazione della domanda di ammissione al concordato preventivo, anche con riserva, non impedisce il pagamento dei debiti tributari che vengano a scadere successivamente alla sua presentazione, e pertanto la mera presentazione della domanda non assume rilevanza, né sul piano dell’elemento soggettivo, né su quello della esigibilità della condotta, salvo che, in data antecedente alla scadenza del debito, sia intervenuto un provvedimento del tribunale che abbia vietato il pagamento di crediti anteriori, essendo configurabile la scriminante dell’adempimento di un dovere imposto da un ordine legittimo dell’autorità di cui all’art. 51 c.p., derivante da norme poste a tutela di interessi aventi anche rilievo pubblicistico, equivalenti a quelli di carattere tributario.
(Cass. Sez. III Penale, sentenza 20 febbraio – 5 maggio 2020, n. 13628)

Omesso versamento di imposte: successione nella carica di amministratore

Download PDF

Nel caso di successione nella carica di amministratore di società/legale rappresentante in un momento successivo alla presentazione della dichiarazione di imposta e prima della scadenza del termine fissato per l’adempimento dell’obbligo tributario di versamento, sussiste la responsabilità, per i reati tributari connessi all’omesso versamento di imposte dovute, di colui che succede nella carica dopo la presentazione della dichiarazione di imposta e prima del termine ultimo per il versamento della stessa.
(Cass. Sez. III Penale, sentenza 23 novembre 2020 – 15 gennaio 2021, n.1729)

Condotta distrattiva dell’agente pagatore: peculato

Download PDF

La condotta del funzionario di un ente pubblico incaricato dell’esecuzione dei pagamenti, c.d. agente pagatore, che sottoscrive mandati di pagamento non dovuti commette il reato di peculato e non di truffa aggravata avendo egli la disponibilità diretta delle somme di danaro.
(Cass. Sezione VI Penale , 4.5.2018-13.8.2018, n. 38535)

Sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e trust

Download PDF

Integra il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte disciplinato dell’art. 11 del decreto legislativo 74/2000, la condotta del contribuente che costituisce un trust dopo la notifica di alcune cartelle di pagamento, a prescindere dalla volontà di frodare i creditori privati e non l’erario.
(Cass. Sez. III^ Penale, 17 settembre 2018 – 21 gennaio 2019, n. 2569)

Inquinamento ambientale: compromissione e deterioramento

Download PDF

Il delitto di inquinamento ambientale ha quale oggetto di tutela penale l’ambiente in quanto tale e postula l’accertamento di un concreto pregiudizio a questo arrecato, secondo i limiti di rilevanza determinati dalla nuova norma incriminatrice, che non richiedono la prova della contaminazione del sito nel senso indicato dal D.Lgs. n. 152 del 2006, art. 240 ss..
La “compromissione” e il “deterioramento” di cui al nuovo delitto di inquinamento ambientale consistono in un’alterazione, significativa e misurabile, della originaria consistenza della matrice ambientale o dell’ecosistema, caratterizzata, nel caso della “compromissione”, da una condizione di squilibrio funzionale, incidente sui processi naturali correlati alla specificità della matrice o dell’ecosistema medesimi e, nel caso del “deterioramento”, da una condizione di squilibrio “strutturale”, connesso al decadimento dello stato o della qualità degli stessi.
(Cass. Sezione III Penale, 19 settembre – 6 novembre 2018, n. 50018)

DA LEGGERE