Home Deontologia Pagina 34

Deontologia

Sezione a cura dell’Avv. Debora Zagami

Astensione 11 gennaio 2010

Download PDF
Processo breve e riforme: con delibera 21 dicembre 2009 l’Unione delle Camere Penali Italiane proclama l’astensione dalle udienze penali per l’11 gennaio, alla vigilia della discussione del ddl al Senato, in programma per la seduta del giorno 12 gennaio 2010.
 

Riforma previdenziale forense

Download PDF
Approvata il 5 dicembre 2009 dal Comitato dei delegati la riforma previdenziale forense, con pubblicazione in G.U. entro il 31.12.2009 ed entrata in vigore dal 1 gennaio 2010.
Si segnala, a decorrere dal 1.1.2010, l’immediato aumento dell’aliquota C.P.A. da indicare in fattura, dal 2% al 4%. Nell’ipotesi di preavviso di parcella inviata ai clienti sarà opportuno informare che il pagamento della parcella in data successiva al 31.12.2009, comporterà l’aumento del contributo.

Assunzione mandato contro ex clienti

Download PDF
L’art. 51 del Codice Deontologico Forense stabilisce la possibilità, per l’avvocato, di assumere mandati contro ex clienti qualora siano decorsi almeno due anni dall’aespletamento del precedente incarico e a condizione che l’oggetto del nuovo mandato si diverso dal primo.
(Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma, Adunza 5 marzo 2009)

Invito a SIT su circostanze apprese nell’esercizo dell’attività professionale

Download PDF
Il segreto professionale è tutelato dall’art. 622 c.p. che punisce chiunque, avendo notizia per ragione della propria professione di un segreto lo rivela senza giusta causa ovvero lo impiega a proprio o altrui profitto, sedal fatto può derivare un nocumento.
L’art. 209 c.p.p. afferma sostanzialmente lo stesso principio, stabilendo che gli avvocati e altri professionisti “non possono essere obbligati a deporre su quanto hanno conosciuto per ragione della propria professione” e l’art. 200 c.p.p. è poi richiamato dall’art. 249 c.p.c. per l’astenzione dal rendere testimonianza in materia civile.
Oltre che previsione di una specifica norma penale, il segreto professionale è un  diritto e una difesa per la parte assistita; è un dovere di prestazione per l’avvocato che fonda su di esso la ragione stessa del proprio ministero.

DA LEGGERE